Strumenti

Siamo orgogliosi di presentarvi alcuni dei software e degli strumenti di indagine che consentono ad NCS Lab di supportarvi al meglio nel vostro successo illustrandone le caratteristiche salienti, il tipo di indagini effettuabili, alcuni cenni sul funzionamento dello strumento e quali informazioni si ottengono grazie al suo utilizzo.

Tuttavia gli strumenti più vanzati del mondo possono non essere utili nel modo sperato se non vengono utilizzati correttamente o se le loro potenzialità non vengono sfruttate.

Questo può dipendere anche dalla non corretta raccolta e di corretta conservazione dei campioni. Le modalità con cui si svolgono queste operazioni costituiscono un aspetto di primaria importanza per le analisi di laboratorio: infatti proprio in questa fase occorre garantire il rispetto di determinate procedure di prelievo e l’osservazione di certe accortezze nella conservazione da cui dipende strettamente l’accuratezza del risultato finale e la possibilità di arrivare alla soluzione di problematiche.

Il verificarsi di mancanze o leggerezze in questa delicata fase può comportare la modifica o la distruzione di caratteristiche, e di conseguenza, impedire l’acquisizione di informazioni di fondamentale importanza e compromettere il lavoro di analisi o di indagine.

Ecco quindi alcune linee guida generali su come maneggiare i campioni che devono essere inviati al laboratorio.

Il reaparto di lavorazioni meccaniche è dotato delle seguenti attrezzature:

  • CNC 5assi Huron
  • CNC 3 assi verticale (Microcut)
  • Tornio parallelo
  • Fresa tradizionale
  • Trapano
  • Presse

Inoltre è dotato di un’area aggiustaggio e di un’area assemblaggio provvista di sistemi di saldatura e di cabina per saldatura del titanio e materiale altamente reattivi per offrire un servizio perfettamente integrato e completo.

Quando è utile:

  • Determinazione di eventi termici caratteristici (temperature di: transizione vetrosa, fusione, cristallizzazione, ecc.) di materiali polimerici.
  • Identificazione e confronto di materiali a matrice organica (polimeri termoplastici, compositi a matrice termoplastica, elastomeri, adesivi, vernici) attraverso eventi termici caratteristici.
  • Verifica della conformità del materiale e della sua storia termica in caso di failure di componenti polimerici.
  • Determinazione del grado di cristallinità di polimeri semicristallini.
  • Determinazione del grado di reticolazione di resine termoindurenti.

Utilizzi e caratteristiche principali:

  • Determinazione della natura di materiali polimerici.
  • Identificazione di contaminazioni o fasi differenti.
  • Tecnica semi-sidtruttiva.
  • Applicabile a tutti i materiali organici e anche in parte inorganici.

NCS Lab utilizza lo strumento Perkin Elmer, Pyris DSC 6, con sistema di raffreddamento mediante intercooler che consente di realizzare cicli a partire da circa -50°C

Quando è utile:

  • Verifica della conformità a specifica di leghe.
  • Identificazione di metalli e leghe incognite.
  • Failure analysis.
  • Sono analizzabili gli elementi da Li a U.
  • E’ possibile operare anche su lamiere sottili e fili.

Utilizzi e caratteristiche principali:

  • Analisi quali-quantitativa di leghe metalliche.
  • Rileva anche C, N, P, S in leghe metalliche.
  • Sono analizzabili anche elementi da concentrazioni in ppm a percentuali.
  • Analisi in tempi rapidi.
  • Tecnica parzialmente distruttiva.

NCS lab utilizza lo strumento SPECTROMAXx (della Spectro), configurato per l’analisi di: acciai, leghe di alluminio, leghe di nichel e leghe di titanio.

Quando è utile:

  • Analisi chimica qualitativa e semiquantitativa, puntuale o locale
  • Profili lineari di concentrazione e mappature di distribuzione di elementi
  • Identificazione di materiali incogniti, anche in forma di frammenti, depositi, strati sottili, ecc.
  • Analisi di trattamenti e rivestimenti
  • Valutazione del grado di pulizia/contaminazione superficiale
  • Valutazione di fenomeni corrosivi e danneggiamenti da usura
  • Identificazione e distribuzione di fasi, approfondimenti microstrutturali su sezioni
  • Limite di rilevabilità: almeno 0.1-0.2% (in funzione del campione, del singolo elemento e di diverse altre variabili)
  • Volume analizzabile: dimensione laterale 50 nm, profondità 100-5000 nm

Caratteristiche principali:

  • Tecnica non distruttiva
  • Analisi elementare qualitativa e semi-quantitativa
  • Analisi di materiali massivi, frammenti, fibre, rivestimenti e film
  • Analisi di materiali vari (metalli, non metalli, minerali, ecc.)
  • Limite di rilevabilità nominale circa 0,1 %wt
  • Profili lineari e mappature di composizione

NCS lab utilizza lo strumento JEOL JSM6390LV, dotato di sonda per microanalisi EDS.

Quando è utile:

  • Controllo dell'efficacia di trattamenti termici su leghe metalliche
  • Controllo dell'efficacia di trattamenti di indurimento superficiale
  • Controllo di materiali in ingresso

Caratteristiche principali:

  • tecnica non distruttiva o semidistruttiva
  • indagine relativamente semplice e veloce

Quando è utile: 

  • Controllo dell'efficacia di trattamenti termici su leghe metalliche.
  • Controllo dell'efficacia di trattamenti di indurimento superficiale.
  • Controllo di materiali in ingresso.

Utilizzi e caratteristiche principali:

  • Tecnica non distruttiva.
  • Indagine relativamente semplice e veloce.

 

Quando è utile:

  • Controllo dell'efficacia di trattamenti termici su leghe metalliche
  • Controllo dell'efficacia di trattamenti di indurimento superficiale
  • Controllo di materiali in ingresso

Caratteristiche principali:

  • tecnica non distruttiva o semidistruttiva
  • indagine relativamente semplice e veloce